mercoledì 20 settembre 2017

"Tutti diversi, tutti uguali". Laboratori per bambini alla Biblioteca Comunale di Decimomannu

Il Sistema Bibliotecario Bibliomedia propone due laboratori che affrontano i temi della diversità, dell’accettazione del diverso e della tolleranza, con l’aiuto di racconti semplici e divertenti:

“Nel paese delle pulcette”, martedì 26 settembre dalle 16.30 alle 18, destinato a max 10 bambini di età compresa tra i 2 e i 3 anni accompagnati da un adulto.

- “In una notte di temporale”, da realizzarsi nella giornata di martedì 3 ottobre dalle 16.30 alle 18, destinato a max 15 bambini di età compresa tra i 9 e i 10 anni, in ordine di arrivo delle domande.

Le iniziative proposte sono gratuite e tese all’avvicinamento alla lettura e alla promozione della biblioteca, del suo patrimonio e dei suoi servizi, la partecipazione è quindi subordinata all’iscrizione in biblioteca.


Per informazioni:
Biblioteca comunale Decimomannu
Via Aldo Moro
tel. 070 9663041 – bcdecimo@gmail.com

"Tutti diversi, tutti uguali". Laboratori per bambini alla Biblioteca Comunale di Elmas

Il Sistema Bibliotecario Bibliomedia propone due laboratori che affrontano i temi della diversità, dell’accettazione del diverso e della tolleranza, con l’aiuto di racconti semplici e divertenti:

“Nel paese delle pulcette”, lunedì 25 settembre dalle 16.00 alle 17, destinato a max 10 bambini di età compresa tra i 2 e i 3 anni accompagnati da un adulto.
- “In una notte di temporale”, da realizzarsi nella giornata di lunedì 2 ottobre dalle 16.30 alle 18.00 destinato a max 15 bambini di età compresa tra i 9 e i 10 anni, in ordine di arrivo delle domande.




Le iniziative proposte sono gratuite e tese all’avvicinamento alla lettura e alla promozione della biblioteca, del suo patrimonio e dei suoi servizi, la partecipazione è quindi subordinata all’iscrizione in biblioteca.

Per informazioni:
Biblioteca comunale di Elmas
Piazza di Chiesa, 3, 09030 Elmas CA
Tel. 070/2135095

venerdì 15 settembre 2017

Avvio dell'attività "L'ora del racconto" presso le Biblioteche Comunali di Assemini, Elmas e Decimomannu

Anche quest'anno il Sistema Bibliotecario Bibliomedia, propone un ciclo di incontri in biblioteca riservati ai bambini residenti nel Comune di Assemini, Elmas e Decimomannu, di età compresa tra i 3 e gli 8 anni. Gli incontri si svolgono nella sala ragazzi delle Biblioteche, durante il periodo scolastico da ottobre 2017 a maggio 2018 in due distinti turni. Al primo turno partecipano i bimbi dai 3/5 anni e al secondo turno i bimbi dai 6/8 anni. Ogni gruppo è formato da un massimo di 15 bambini.
L’iniziativa è gratuita, ed è tesa all’avvicinamento dei bambini alla biblioteca, alla lettura, ed al prestito dei libri. Per partecipare alle letture è necessario iscriversi in Biblioteca, compilare i moduli di adesione e di presa visione del regolamento. Le richieste di partecipazione sono scadono il 29 Settembre 2017.

Scarica qui il MODULO ISCRIZIONE ASSEMINI


Scarica qui il MODULO ISCRIZIONE ELMAS


Scarica qui il MODULO ISCRIZIONE DECIMOMANNU


Buona lettura a tutti!


"Tutti diversi, tutti uguali". Laboratori per bambini alla Biblioteca Comunale di Assemini


Il Sistema Bibliotecario Bibliomedia propone due laboratori che affrontano i temi della diversità, dell’accettazione del diverso e della tolleranza, con l’aiuto di racconti semplici e divertenti:

“Nel paese delle pulcette”, mercoledì 27 settembre dalle 16.30 alle 18, destinato a max 10 bambini di età compresa tra i 2 e i 3 anni accompagnati da un adulto.



- “In una notte di temporale”, da realizzarsi nella giornata di mercoledì 4 ottobre dalle 16.30 alle 18.00 destinato a max 15 bambini di età compresa tra i 9 e i 10 anni, in ordine di arrivo delle domande.

Le iniziative proposte sono gratuite e tese all’avvicinamento alla lettura e alla promozione della biblioteca, del suo patrimonio e dei suoi servizi, la partecipazione è quindi subordinata all’iscrizione in biblioteca.


Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini
Via Cagliari, 16
tel. 070 949400
biblioteca@comune.assemini.ca.it

12° Festival Tuttestorie alla Biblioteca Comunale di Assemini


  

Anche quest’anno il Sistema Bibliotecario Bibliomedia aderisce al  Festival di Letteratura per Ragazzi organizzato per il 12° anno dalla Libreria Tuttesstorie di Cagliari. E anche quest'anno presso la Biblioteca Comunale di Assemini sono previsti due incontri aperti al pubblico: 

- Giovedì 5 Ottobre 2017 dalle ore 17.00 – incontro “Il Pirata Mordilosso˝, una divertentissima avventura in rima da leggere, ascoltare e cantare, a cura di Riccardo Francaviglia e Margherita Sgaralata (Bambini dai 3 ai 6 anni accompagnati da un genitore). SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE

- Venerdì 6 Ottobre 2017 dalle ore 17.00 – incontro “Storie Bestiali˝ una valanga di racconti su come fanno le diverse specie a trovare da mangiare, sfuggire ai predatori, scegliere un compagno, mettere al sicuro i propri piccoli, comunicare tra loro... ognuno a modo suo. E alla fine potremo ben dirlo: la vita è bella perché è varia! (Bambini dai 7 ai 10 anni). SCARICA IL MODULO DI ISCRIZIONE

Per iscriversi agli incontri occorre compilare la modulistica, disponibile anche presso la Biblioteca Comunale, e consegnarla presso la Biblioteca Comunale di Assemini a partire da lunedì 18 Settembre 2017.

Per informazioni:

Biblioteca Comunale di Assemini
via Cagliari 16, Assemini
tel. 070949400
biblioteca@comune.assemini.ca.it

martedì 5 settembre 2017

Io Arte. Mostra d'arte collettiva al Palazzo Vecchio Municipio di Assemini


"I Love Opera. Le nozze di Figaro" alla Biblioteca Comunale di Assemini

Capire l’opera in tutte le sue sfaccettature, approfondirne la conoscenza attraverso un linguaggio adatto a tutti gli amanti della Lirica: questo l’obiettivo di I Love Opera, progetto organizzato dall'Assessorato alla Cultura di Assemini in collaborazione con la Scuola civica di Musica di San Sperate.

Giovedì 14 settembre alle 18.30 nella Sala Conferenze del Centro Servizi Bibliotecari Bibliomedia, in via Cagliari (fronte Biblioteca Comunale), verrà data una guida all'ascolto consapevole e preparata dell'opera Le nozze di Figaro di W. A. Mozart, anche con la proiezione di alcuni video spiegati dal punto di vista storico e musicale dalla docente Francesca Mulas.



L’ingresso è gratuito, e i partecipanti alle conferenze avranno la possibilità di acquistare ad un prezzo conveniente il biglietto per le prove generali delle opere liriche inserite nel progetto, e che si svolgeranno al Teatro Lirico di Cagliari.


Per informazioni:
Ufficio Cultura
tel. 070949400
ufficio.cultura@comune.assemini.ca.it

lunedì 4 settembre 2017

5a RASSEGNA “Leggo di notte”. Piergiorgio Pulixi incontra i lettori in Piazza San Giovanni ad Assemini

Lunedì 11 settembre alle ore 21 in Piazza San Giovanni si terrà il quinto appuntamento della Rassegna Leggo di notte. Piergiorgio Pulixi presenta le sue ultime pubblicazioni, la raccolta di racconti L'ira di Venere (Cento autori, 2017) e  La scelta del buio (e/o, 2017), secondo capitolo de I canti del male, serie che racconta la malvagità in tutte le sue sfumature.


L'ira di Venere. Venti racconti noir e drammatici sull'universo femminile e sull'erosione dell'animo umano che porta alcune delle protagoniste a scivolare nel baratro della follia, o sulla strada del crimine e della vendetta. Vittime e carnefici si confondono in un labirinto morale senza via d'uscita. Storie saccheggiate a piene mani dalla realtà e dalla cronaca, trasfigurate dalla penna di Pulixi che compone un mosaico sulla fragilità, la forza, la disperazione, e il coraggio che rendono le protagoniste di questi racconti così verosimili e speciali. A fare da guida in questo inferno di crimini, colpe, e soprusi, la figura forte e compassionevole del Commissario Carla Rame: investigatrice dalla profonda umanità che vive sulla propria pelle ogni caso come se ne andasse della propria vita. Sarà lei ad assicurare che le vittime abbiano un minimo di giustizia, a qualsiasi costo: anche perdere se stessa (Cento Autori 2017, 320 pp.).

La scelta del buio. Il commissario Vito Strega è rientrato in servizio operativo dopo che una commissione disciplinare interna lo ha reintegrato. Strega deve fare luce sul suicidio di un ispettore della Omicidi e nota da subito delle incongruenze. Conosceva la vittima, avevano condotto un'indagine insieme, anni prima. Non crede che il collega si sia suicidato e inizia a indagare alle spalle dei superiori. Presto scoprirà di averci visto giusto, e si troverà a fronteggiare l’incubo più grande per qualsiasi poliziotto. Vito Strega è un investigatore che ha fatto dello studio e della lotta al Male la sua ragione di vita. Un uomo geniale, ma dall'animo spezzato.
Dopo aver vinto con Il canto degli innocenti il Premio Franco Fedeli, i Corpi Freddi Awards 2015, il Premio Grotte della Gurfa 2016, il Premio Garfagnana in Giallo 2016 e il Premio Serravalle noir 2016, Pulixi torna con una nuova storia che spazia dal thriller psicologico al poliziesco più nero. (E/O 2017, 192 pp.).

Piergiorgio Pulixi è nato a Cagliari nel 1982. Fa parte del collettivo di scrittura Sabot creato da Massimo Carlotto, di cui è allievo. Insieme allo stesso Carlotto e ai Sabot ha pubblicato Perdas de fogu (Edizioni E/O 2008), e singolarmente il romanzo sulla schiavitù sessuale Un amore sporco, inserito nel trittico noir Donne a perdere (Edizioni E/O 2010). È autore della saga poliziesca di Biagio Mazzeo iniziata col noir Una brutta storia (Edizioni E/O 2012), miglior noir del 2012 per i blog Noir italiano e 50/50 Thriller e finalista al Premio Camaiore 2013, proseguita con La notte delle pantere (Edizioni E/O 2014), vincitore del Premio Glauco Felici 2015, Per sempre (Edizioni E/O 2015) e Prima di dirti addio (Edizioni E/O 2016). Nel 2014 per Rizzoli ha pubblicato anche il romanzo Padre Nostro e il thriller psicologico L’appuntamento (Edizioni E/O), miglior thriller 2014 per i lettori di50/50 Thriller. Nel 2015 ha dato alle stampe Il Canto degli innocenti (Edizioni E/O) vincitore del Premio Franco Fedeli 2015, primo libro della serie thriller I canti del male. Alcuni suoi racconti sono stati pubblicati sul ManifestoLeftMicromega, Svolgimento e in diverse antologie. I suoi romanzi sono in corso di pubblicazione negli Stati Uniti, in Canada e nel Regno Unito.



Per informazioni:
Biblioteca Comunale di Assemini
Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it

lunedì 28 agosto 2017

Prosegue la 5a RASSEGNA “Leggo di notte” e Entula. Milana Agus in Piazza San Giovanni ad Assemini

Il Comune di Assemini e Lìberos, la comunità dei lettori sardi, nell'ambito della rassegna Leggo di notte, presentano:

MILENA AGUS
Terre promesse (Nottetempo)
Piazza San Giovanni, ore 21.00
con Alessandra Menesini

Milena Agus è nata a Genova da genitori sardi e vive a Cagliari, dove insegna italiano e storia al Liceo. Autrice di cinque romanzi, Mentre dorme il pescecane (2005), Mal di pietre (2006), Ali di babbo (2008), La contessa di ricotta (2009), Sottosopra (2012), tutti editi in Italia da nottetempo e tradotti in più di venti lingue, Milena Agus ha ricevuto numerosi premi letterari, tra i quali il prestigioso Premio Zerilli-Marimò a New York. Nel 2014, sempre per nottetempo, ha pubblicato con Luciana Castellina "Guardati dalla mia fame".

In Éntula presenta Terre promesse (nottetempo, 2017), uno sguardo lucido e amoroso dentro i nostri sogni più segreti, alla ricerca di quel “vago avvenir che in mente avevo” e di una risposta alla domanda se valga la pena continuare a cercare le nostre terre promesse.




Evento realizzato con il contributo di:
Comune di Assemini
Regione Autonoma della Sardegna
Assessorato della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport
Fondazione di Sardegna
e in collaborazione con la libreria Mieleamaro di Cagliari, Sistema Bibliotecario Bibliomedia e Nottetempo Edizioni.


Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini
Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

http://entula.liberos.it/

Estate Asseminese. Terza edizione di "Le vie del Cinema" - Nuove date


mercoledì 9 agosto 2017

Consigli di lettura. Lacrime di sale. La mia storia quotidiana di medico di Lampedusa fra dolore e speranza

Questo mese proponiamo la lettura di un libro che affronta uno dei temi più caldi di questo periodo:

Lacrime di sale. La mia storia quotidiana di medico di Lampedusa fra dolore e speranza
di Pietro Bartolo e Lidia Tilotta

È gelida l'acqua. Mi entra nelle ossa. Non riesco a liberare la stazza dall'acqua. Uso tutta la mia forza e la mia agilità ma la lancia resta piena. E cado. Ho paura. È notte fonda e fa freddo. 

Siamo a quaranta miglia da Lampedusa e, se non riesco a farmi sentire subito, mi lasceranno qui e sarà la fine. Non voglio morire così. Non a sedici anni. Il panico sta per impadronirsi di me e comincio a urlare con quanto fiato ho in gola, cercando di rimanere a galla e di non farmi trascinare giù da questo mare che ci consente di sopravvivere ma che può anche decidere di abbandonarci per sempre. "Patri" urlo. "Patri." Lui è al timone e non mi sente. La fine si avvicina, penso. Poi qualcosa accade ... 
Ciò che non potevo sapere allora è che non solo quella notte sarebbe rimasta per sempre impressa nella mia mente ma che la mia esistenza sarebbe stata segnata da un mare che restituisce corpi e vite e che sarebbe toccato proprio a me salvare quelle vite e toccare per ultimo quei corpi.»

Pietro Bartolo è il medico che da oltre venticinque anni accoglie i migranti a Lampedusa. Li accoglie, li cura e, soprattutto, li ascolta.
Queste pagine raccontano la sua storia: la storia di un ragazzo mingherlino e timido, cresciuto in una famiglia di pescatori, che si è duramente battuto per cambiare il proprio destino e quello della sua isola. E che, non dimenticando le difficoltà passate, ha deciso di vivere in prima persona quella che è stata definita la più grande emergenza umanitaria del nostro tempo.
Alla sua storia si intrecciano quelle disperate e struggenti di alcuni dei tanti migranti scappati dalle guerre o dalla fame, sopravvissuti non si sa come a un viaggio terribile nel deserto, fra violenze e sopraffazioni inimmaginabili, che in mare hanno spesso visto morire i loro famigliari e, nonostante ciò, non si arrendono, determinati a iniziare una nuova esistenza in Europa. O che sull'«isola degli sbarchi» sono arrivati dentro orribili sacchi verdi, corpi inanimati, di chi fra le onde ha perso la propria vita, dei piccoli che non hanno nemmeno fatto in tempo a vedere la luce. Yasmin, che partorisce Gift circondata dall'affetto delle donne di Lampedusa; Hassan, che per tutto il viaggio porta sulle spalle il fratello paralizzato; Omar, che non riesce a dimenticare; Faduma che, per crescerli, ha dovuto separarsi dai suoi sette figli; Jerusalem, a cui i trafficanti di uomini hanno rubato la spensieratezza; Kebrat, miracolosamente strappata alla morte; e poi Sama e il suo gatto, Mustafà e la piccola Favour.

Lacrime di sale è un pugno nello stomaco, narra cose che nessun articolo di giornale e immagine televisiva potrà mai narrare, e ti inchioda alla tua coscienza. Le sofferenze del medico Pietro Bartolo, il suo senso di impotenza (qualche volta), la sua rabbia (sempre), il suo smarrimento sono così autentici da diventare i tuoi. Come la sua gioia e il suo stupore di fronte all'invincibile forza della vita.

Lo trovi:


Sullo stesso tema nel Sistema Bibliotecario vi suggeriamo anche:
Fuocoammare [Videoregistrazione] / regia, fotografia e suono di Gianfranco Rosi

venerdì 28 luglio 2017

Prosegue la 5a RASSEGNA “Leggo di notte”. Incontri con gli autori nelle piazze del centro storico di Assemini

Proseguono gli incontri con gli autori della rassegna Leggo di Notte, organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Assemini nelle piazze del centro storico, anche in collaborazione con l’Associazione Liberos. Dopo Nicola Lecca e Marcello Fois sarà la volta di Pierluigi Serra con il romanzo Athanor. Il quadrilatero del mistero, che verrà presentato giovedì 3 Agosto alle ore 21 nella Piazza San Giovanni.  A settembre incontreremo Milena Agus con il suo nuovo romanzo Terre promesse, seguito pochi giorni dopo da un piacevole fuoriprogramma: Piergiorgio Pulixi con i "freschi di stampa" L'ira di Venere e La scelta del buio. A chiudere la rassegna Simonetta Agnello Hornby, autrice internazionale tradotta in tutto il mondo, impegnata nella lotta contro la violenza sulle donne e dotata di una poetica dove il ricordo e la consapevolezza del tempo si fanno trama e memoria, che ad ottobre presenterà il best seller Caffè amaro.


Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini
Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

lunedì 24 luglio 2017

5a RASSEGNA “Leggo di notte”. Pierluigi Serra incontra i lettori in Piazza San Giovanni ad Assemini

Giovedì 3 agosto alle ore 21 in Piazza San Giovanni si terrà il terzo appuntamento della Rassegna Leggo di notte. Pierluigi Serra presenta Athanor, pubblicazione che segue i campioni d'incasso in Sardegna Cagliari esoterica e Fantasmi a Cagliari. Ma se i precedenti lavori viaggiano su una cifra stilistica a cavallo fra saggistica e narrativa, Athanor è invece un vero e proprio romanzo in cui le vicende raccontate fondono la ricerca delle tracce del passato e l’immateriale. Il romanzo comincia infatti con l'omicidio di Henricus Jacobus Looman, capitano di un mercantile olandese, realmente morto a Cagliari nel 1890 e sepolto nel Cimitero di Bonaria. Qui è possibile vedere la sua lapide, le cui decorazioni incuriosiscono gli appassionati di esoterismo.

Il libro. L’omicidio del capitano Looman, nella rada del porto di Cagliari, è uno dei tasselli di un complicato mosaico che fa da scenario alla ricerca di un misterioso oggetto, fisico o forse immateriale, ambito da due confraternite in secolare lotta per il suo possesso. La ricerca delle tracce del passato e il viaggio inteso come percorso non solo materiale, si pongono come il fil rouge che unisce le vicende raccontate in questo romanzo storico. Personaggi contemporanei e del passato su piani temporali separati ma misteriosamente connessi, si incontrano nelle diverse tappe di un percorso che ha tutte le caratteristiche della via iniziatica. Una via tracciata negli animi e nelle mappe d’Europa, dove amore, cavalleria medievale, vendetta e occulto giocano l’antico enigma celato nel Libro del mistero.

Pierluigi Serra, giornalista e scrittore, ha una forte passione per l’Isola, per la sua storia e le piccole storie raccontate sotto traccia. Detective storico per vocazione, in questa terza indagine sul mistero e sui misteri di Cagliari, città amata d’amore filiale. Ha pubblicato Fantasmi a Cagliari. Il ritorno delle anime (2014), Cagliari esoterica (2015), Fantasmi a Cagliari. Profumo di zolfo (2016), Athanor (2017).

Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini
Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

venerdì 21 luglio 2017

Consigli di lettura. Un film, un libro...

Il 19 luglio 1992 fu assassinato a Palermo Paolo Borsellino, magistrato italiano vittima di mafia e . Insieme a lui, nella strage di via d’Amelio, morirono cinque agenti della sua scorta: Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Cosina, Claudio Traina ed Emanuela Loi, prima donna poliziotto a essere uccisa in un attentato di mafia. Paolo Borsellino con il collega e amico Giovanni Falcone è considerato una delle personalità più importanti e prestigiose nella lotta alla mafia in Italia e non solo.

Nel 25° anniversario della strage proponiamo la visione del film “La mafia uccide solo d’estate” per la regia di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif.


È bello morire per ciò in cui si crede; 
chi ha paura muore ogni giorno, 
chi non ha paura muore una volta sola. 
Paolo Borsellino

Crescere e amare nella Palermo della mafia. Un racconto lungo vent’anni attraverso gli occhi di un bambino, Arturo, che diventa grande in una città affascinante e terribile, ma dove c’è ancora spazio per la passione e il sorriso. La mafia uccide solo d’estate è, infatti, una storia d’amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare il cuore della sua amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari e che vede come una principessa.
Sullo sfondo di questa tenera e divertente storia, scorrono e si susseguono gli episodi di cronaca accaduti in Sicilia tra gli anni ‘70 e ‘90.
Un modo nuovo di raccontare la mafia. Un film che dissacra i boss e restituisce l’umanità dei grandi eroi dell’antimafia. Un sorriso ironico e mai banale sugli anni terribili degli omicidi eccellenti.


Lo trovi:


Sullo stesso tema vi suggeriamo la lettura di:
L'*agenda rossa di Paolo Borsellino / Giuseppe Lo Bianco, Sandra Rizza ; prefazione di Marco Travaglio.
Io, Emanuela agente della scorta di Paolo Borsellino / Annalisa Strada.
Volevo nascere vento / Andrea Gentile.

Manovella Circus. Spettacolo con marionette a filo in Piazza San Cristoforo ad Assemini


venerdì 14 luglio 2017

Riapertura dell'Ufficio Lingua Sarda ad Assemini


Unghie&Crisi. Spettacolo di teatro e Nuove tecnologie in Piazza San Giovanni ad Assemini




Soc. Coop. Teatrale L’aquilone di Viviana
UNGHIE & CRISI
Spettacolo di teatro e video mapping
con
Marta Proietti Orzella
Daniela Pulisci 
light Designer e Vj
Marco Quondamatteo
fonico
Fabio Piras 
regia e drammaturgia
Ilaria Nina Zedda

La drammaturgia originale ha vinto nel 2009 il
Primo Premio di Drammaturgia “DONNE E LAVORO, DONNE AL LAVORO”



Donne al passo coi tempi,e se i tempi sono quelli della crisi…..

…ecco che all’improvviso spariscono dalle strade delle nostre città inegozi “storici” e al loro posto troviamo negozi di manicure e ricostruzione unghie.

In questi ultimi anni tante donne, soprattutto giovani, hanno scelto di lavorare nell’ ambito dell’estetica e benessere, che sappiamo essere tra i settori in costante crescita in questo periodo di recessione economica. Ricordiamo purtroppo che in Italia le donne che lavorano sono quasi la metà rispetto agli uomini e questa disparità di genere riguarda gli stipendi e i livelli ricoperti nei vari ambiti professionali. Molto probabilmente, le donne che esercitano questo lavoro in nero, a casa propria, sono il doppio se non il triplo delle donne occupate nei negozi. Questa realtà lavorativa sommersa, invisibile, permette a tante donne di sopravvivere, di mantenere economicamente la famiglia e soprattutto come dicono loro, di “ tirarsi su” i propri figli.


CONCEPT
La drammaturgia nasce da una ricerca sul campo della durata di tre mesi svolta a Cagliari e nell’hinterland, realizzata nelle case delle ragazze che svolgono questo lavoro. Lo studio della condizione reale, il rapporto che s’instaura con le clienti, appartenenti ai vari livelli sociali, e soprattutto il lavoro, che dura in media tre ore ad incontro, hanno portato alla scrittura di questo testo.


TRAMA
Il personaggio principale è Sonia, giovane single mamma che s’improvvisa estetista per necessità, ricreando nell’andito della sua piccola casa un personalissimo centro di bellezza. Sonia si presenta inizialmente come una donna forte e coraggiosa, nonostante la solitudine e i sacrifici affrontati è gioviale e piena di risorse.

Per le sue clienti, Sonia, è una specie di psicologa a buon mercato, le ascolta, pone loro domande e le aiuta a riflettere sulle loro debolezze. Ama raccontare aneddoti “al femminile” relativi alla capacità delle donne di un tempo di farsi rispettare dagli uomini, e di saper “guidare” saggiamente le relazioni. La cliente di Sonia è un Avvocato quarantacinquenne, che esercita la sua professione con serietà e successo, ma nonostante questo vive una sconfitta personale, data dal recente divorzio col marito. L’incontro tra Sonia e l’Avvocato è raccontato in modo ironico, le posizioni sociali sono messe a confronto ed in parte annullate: lei è una bella ragazza popolana che utilizza un linguaggio basso e scurrile, mentre l’altra, donna borghese in carriera, dinnanzi a tanta spontaneità, risulta essere timida e impacciata.

Nei racconti di Sonia incontriamo la vita di tutte le altre clienti che approfittano del momento di relax per confrontarsi con lei su vari problemi, quali l’amore, i desideri, le malattie e soprattutto le crisi esistenziali di ognuna di loro.

Ma anche la crisi economica è argomento di riflessione comune, come dice Sonia: “La crisi è come togliere il tappo. Essia una s’inci essinti tottus’atras.”

“…da quando c’è la crisi lavoro il doppio, perché le mani sono in primo piano e le donne vogliono farsi vedere belle. Magari non hanno i soldi per un paio di mutande nuove, ma per le unghie si. “L’atmosfera di intimità e confronto che nasceva in passato tra donne che “ s’assuzianta a trabbalai imparis”, lavorando il pane o lavando i panni, si ritrova traslato oggigiorno nelle case di estetiste improvvisate che nel prendersi cura del corpo delle clienti, ricreano una complicità femminile ed uno spazio per il confronto e per un dialogo profondo.

Sonia è una donna forte, popolana, che non ha tempo di pensare a se stessa, perché deve occuparsi della sopravvivenza dei figli. Questo significa delle volte accettare delle condizioni lavorative non sempre trasparenti. Soprattutto quando i clienti sono uomini maturi e benestanti.

Dinnanzi a questo tipo di compromessi, Sonia fa cadere la maschera: cosa spinge una donna ad accettare qualsiasi tipo di richiesta da parte degli uomini? I soldi? L’impossibilità di credere in se stesse? La solitudine? Oppure la condizione prettamente contemporanea d’instaurare relazioni ambigue e mai profonde ? Questa cruda contraddizione rende Sonia un personaggio complesso, difficile e al contempo vitale.

Tra smalti e limette Sonia si prodiga in consigli, aneddoti e proverbi popolari per aiutare le clienti ad uscire dalle proprie crisi esistenziali. Tirando fuori le “unghie”. Almeno per farsele ricostruire. Un modo diretto, tragico e ironico, ma mai gratuito, per riflettere insieme sulla condizione della donna e sulla sua “ attraversata” in solitario, nella società contemporanea.


Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini
Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

martedì 27 giugno 2017

Il lavoro nella Letteratura e nel Cinema. Bibliografia

Il lavoro nella Letteratura e nel Cinema
Tra i tanti titoli in cui letteratura e cinema si incontrano, abbiamo pensato di proporvi una selezione che ha come filo conduttore il lavoro, in tutte le sue sfaccettature. I libri e i film scelti offrono una serie di interessanti e più che mai attuali spunti di riflessione sulle problematiche connesse a uno dei diritti fondamentali dell'uomo, il lavoro. In alcuni casi è lo sfondo su cui si poggia la narrazione, come per Acciaio, che racconta la periferia operaia nel tempo in cui la classe operaia non esiste più. Altre volte è invece il tema portante del racconto, come nel caso di The Help – L’aiuto, in cui una giovane ragazza bianca, dopo aver conseguito la laurea, ha come primo obiettivo la sua realizzazione lavorativa. La protagonista, vive in una situazione che reputa anacronistica, caratterizzata da segregazione e razzismo: a Jackson molte donne afroamericane lavorano come domestiche presso le famiglie bianche benestanti e sono costrette a subire umiliazioni e trattamenti discriminatori. Per questo cerca di intraprendere un progetto editoriale con un'importante casa editrice di New York. Una storia che “racconta della pubblicazione di di una storia”, una denuncia della situazione lavorativa di una classe lavoratrice e dell’emancipazione che passa attraverso il lavoro.
Spesso il cinema ha attinto dalla letteratura le storie che ci ha raccontato, altre volte è avvenuto il contrario, come nel caso di Full monty, più spesso invece è la letteratura ad ispirare il cinema: partiamo da classici come Oliver Twist, utilizzato come soggetto per molti adattamenti cinematografici e televisivi, denuncia contro lo sfruttamento del lavoro minorile, per approdare ai nostri giorni con Come Dio comanda, con il film di Gabbriele Salvatores tratto dal romanzo di Niccolò Ammaniti, in cui è l’assenza di lavoro è causa di sfiducia, di sconforto e perdita della stima di chi ci circonda e si noi stessi.
Nella nostra selezione non poteva mancare la Sardegna: partiamo da Sonetaula, per arrivare a Il mondo deve sapere / Tutta la vita davanti, passando per Padre padrone e Il figlio di Bakunin. Insomma il lavoro è materia concreta per le pagine di molti libri e per molti fotogrammi di film e di documentari, il nostro è un invito al raffronto tra il «narrare» cinematografico e quello letterario e alla scoperta del patrimonio del Sistema Bibliomedia. Lasciatevi tentare da un titolo, createvi il vostro personale itinerario per attraversare questo affascinante territorio del lavoro (e del non lavoro) raccontato.


5a RASSEGNA “Leggo di notte”. Marcello Fois incontra i lettori in Piazza San Giovanni ad Assemini

Giovedì 6 luglio alle ore 21 in Piazza San Giovanni si terrà il secondo appuntamento della Rassegna Leggo di notte e primo incontro del Festival itinerante Entula, in collaborazione l'Associazione Liberos. Marcello Fois accompagnato dallo scrittore Antonio Bachis, presenta Del dirsi addio, noir incentrato sui sentimenti e sulla capacità di riconoscerne la voce più autentica, in cui tutti i personaggi sono partecipi di un mistero di cui l'autore sta ben attento a nascondere la soluzione fino alle battute conclusive, quando cala finalmente gli assi e rivela ancora una volta la sua grande tempra di narratore universale.

«Non tutte le luci fanno chiarezza. 
Nel regno dell'aria questo è un principio assodato: 
non troppo buio che sottrae, 
non troppa luce che moltiplica».

Il libro. Un bambino di undici anni sparisce nel nulla in una Bolzano diafana. Intorno a lui, scheggiato e vivo, il mondo degli adulti, in cui nessuno può dirsi innocente e forse nemmeno del tutto colpevole. Al commissario Sergio Striggio per inciampare nella verità sarà necessario scavare a fondo dentro se stesso, ed essere disposto a una distrazione ininterrotta. A vivere appieno i sentimenti che prova, per una donna e soprattutto per un uomo. A stilare un elenco di cose bellissime. Ad accompagnare un padre ingombrante nel suo ultimo viaggio e a ripensarsi bambino. Perché solo imparando a cambiare punto di vista è possibile chiudere i cerchi e non farsi ingannare da un gioco di specchi.
Quando s'imbatte nel caso del piccolo Michele, scomparso dall'auto dei genitori in un'area di sosta senza lasciare traccia, il commissario Striggio sta attraversando un periodo piuttosto complicato. A casa, Leo vorrebbe che lui la smettesse di nascondere il loro amore, soprattutto al padre. E il padre, dal canto suo, sta per arrivare da Bologna con una notizia sconcertante. La sparizione di Michele - un bambino «speciale», dotato di capacità di apprendimento straordinarie e con seri problemi di relazione - è un ordigno destinato a far deflagrare ogni cosa. A riattivare amori, odii, frammenti di passato che ritornano: perché in gioco è soprattutto l'umanità, in tutte le sue declinazioni. E forse la soluzione può venire piú facilmente proprio dalla dimensione interiore che dagli snodi di un'indagine tradizionale. Per questo, mentre indaga, il commissario vive, pensa, si distrae, si perde. Cosí gli altri intorno a lui. 
Marcello Fois (Nuoro 1960) vive e lavora a Bologna. Tra i tanti suoi libri ricordiamo Picta (premio Calvino 1992), Ferro Recente, Meglio morti, Dura madre, Piccole storie nere, Sheol, Memoria del vuoto (premio Super Grinzane Cavour, Volponi e Alassio 2007), Stirpe (premio Città di Vigevano e premio Frontino Montefeltro 2010), Nel tempo di mezzo (finalista al premio Campiello e al premio Strega 2012), L'importanza dei luoghi comuni (2013), Luce perfetta (premio Asti d'Appello 2016), Manuale di lettura creativa (2016), Quasi Grazia (2016) e Del dirsi addio (2017).

Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini
Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

venerdì 16 giugno 2017

Serata con l'autore: Roberto Brughitta in biblioteca a Decimomannu Giovedì 22 giugno ore 18.00.

Giovedì 22 giugno 2017 alle ore 18.00 presso la Biblioteca Comunale di Decimomannu “Serata con l’autore”. Roberto Brughitta presentato dallo scrittore Andrea Fulgheri ci parlerà dei suoi libri.


Siamo abituati a vedere descritta la Sardegna con il classico cliché di luogo arretrato e triste, cupo e malinconico, greve e violento. Invece Roberto Brughitta, unendo sensibilità e fantasia, dipinge una Sardegna a colori di cui è difficile non innamorarsi.


Roberto Brughitta nasce nel 1965 a Cagliari, dove trascorre la sua adolescenza esplorando le tombe fenicio-puniche e le tante gallerie della necropoli di Tuvixeddu. Amante del mare, che adora navigare a bordo del suo kayak. Le sue pubblicazioni sono: “La trilogia di Pinocchio”, “Oro, corallo e Arcobaleno”,Il giocattolaio”, “Baci di laguna”, e “La donna farfalla”. Con la collaborazione dell'UNPISI è autore inoltre di "Su Lèpuri isposu", un racconto che allerta i più piccoli sulla pericolosità dell'amianto. A quattro mani con Emanuela Imprescia, presidentessa dell'ADMO Alto Adige, scrive invece "Trucioli di cuore", dove un Pinocchio maggiorenne ci avvicina al mondo della donazione del midollo osseo. . 

Per informazioni:
Biblioteca comunale Decimomannu
Via Aldo Moro
tel. 070 9663041 – bcdecimo@gmail.com

Calendario delle manifestazioni dell'Estate Asseminese 2017


5a RASSEGNA “Leggo di notte”. Nicola Lecca incontra i lettori in Piazza San Pietro ad Assemini

Lunedì 19 giugno alle ore 21 in Piazza San Pietro Nicola Lecca presenta il suo ultimo romanzo I colori dopo il bianco, affresco di una Marsiglia travolgente che, con uno sguardo pieno d'amore per la vita, rende eterna l'ostinata ricerca di una ragazza desiderosa di un destino che finalmente le assomigli. 

Il destino non esiste. Non c'è.
È un'invenzione.
Il destino sei tu.
È ciò che vuoi: ciò che desideri.


Il libro. Staccarsi dal passato farà male? Silke ancora non lo sa, ma è stanca di Innsbruck: una città gelida e perfetta in cui il destino, ostaggio dell'abitudine, domato dalla disciplina e ammansito dalla ricchezza, se ne sta quasi sempre in letargo. Per vivere a pieno sceglie Marsiglia. Ha voglia di novità, di mare e di colori, e non importa se tutto questo comporterà mille sfide: Silke è finalmente pronta ad affrontarle. Ragazza, ma non ancora donna, rinuncerà al benessere della sua vita privilegiata per trasferirsi in un micro appartamento vicino al porto, lasciandosi alle spalle lo sfarzo della villa di famiglia e il soffocante controllo di genitori ossessionati dalle regole, ancorati alle tradizioni e devoti al culto della reputazione più che all'amore o alla verità. Fin dal primo istante, Marsiglia coinvolgerà Silke nel suo alveare di esistenze complicate, curandola dalla solitudine e accogliendola con una moltitudine che turba e spaventa, rallegra e commuove. Se a Innsbruck il tempo pareva sospeso in un'illusione asettica e le giornate si susseguivano con la grazia innaturale del nuoto sincronizzato, a Marsiglia tutto scorre, governato da un'imprevedibilità che mette a dura prova ma offre, in cambio, vivacità e calore umano. Come accade con Murielle: una vicina di casa chiacchierona che, armata di torte e di prelibatezze africane, aiuterà Silke ad abbandonare la sua riservatezza per unirsi al flusso della città e imparare il valore dell'accoglienza, l'importanza dell'ascolto e l'arte di non prendersi troppo sul serio. Nel fitto reticolato delle stradine marsigliesi, Silke si incontrerà col mondo e si renderà conto che ogni labirinto può trasformarsi in un gioco: un rompicapo da risolvere per dimostrare di essere all'altezza della vita. E quando incontrerà la vecchia gattara di rue de la Palud e il giovane Didier – ladro, atleta e mangiatore di fuoco –, si accorgerà che il destino, capace di togliere tanto, è spesso pronto a dare: proprio quando meno ce lo aspettiamo.


Nicola Lecca (Cagliari, 1976) è uno scrittore nomade che ha abitato a lungo a Reykjavik, Visby, Barcellona, Venezia, Londra, Vienna e Innsbruck. La sua raccolta di racconti Concerti senza Orchestra (Marsilio 1999) è stata finalista del premio Strega. All'età di ventisette anni ha ricevuto il premio Hemingway per la letteratura. Tra i suoi romanzi ricordiamo Ritratto Notturno (Marsilio 2000), Ho visto Tutto (Marsilio 2003) Hotel Borg (Mondadori 2006), Ghiacciofuoco (Marsilio 2007, scritto con Laura Pariani) e Il corpo odiato (Mondadori 2009). I suoi saggi filosofici L'amore perduto per l'attesa e Di quasi tutto non ci accorgiamo sono stati pubblicati in olandese dal Nexus Instituut di Tilburg. Le sue opere sono tradotte in quindici Paesi europei.


Per informazioni:Biblioteca comunale Assemini
Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

mercoledì 14 giugno 2017

"I Love Opera. Un ballo in maschera" alla Biblioteca Comunale di Assemini

Capire l’opera in tutte le sue sfaccettature, approfondirne la conoscenza attraverso un linguaggio adatto a tutti gli amanti della Lirica: questo l’obiettivo di I Love Opera, progetto organizzato dall'Assessorato alla Cultura di Assemini in collaborazione con la Scuola civica di Musica di San Sperate.

Mercoledì 21 giugno alle 18.30 nella Sala Conferenze del Centro Servizi Bibliotecari Bibliomedia, in via Cagliari (fronte Biblioteca Comunale), verrà data una guida all'ascolto consapevole e preparata dell'opera Un ballo in maschera di Giuseppe Verdi, anche con la proiezione di alcuni video spiegati dal punto di vista storico e musicale dalla docente Francesca Mulas.

L’ingresso è gratuito, e i partecipanti alle conferenze avranno la possibilità di acquistare ad un prezzo conveniente il biglietto per le prove generali delle opere liriche inserite nel progetto, e che si svolgeranno al Teatro Lirico di Cagliari.



Per informazioni:
Ufficio Cultura
tel. 070949400
ufficio.cultura@comune.assemini.ca.it

martedì 13 giugno 2017

Al via la 5a RASSEGNA “Leggo di notte”. Incontri con gli autori nelle piazze del centro storico di Assemini

Torna per il quinto anno consecutivo la rassegna di incontri organizzata dall'Assessorato alla Cultura nelle piazze del centro storico del Comune di Assemini. Quinta rassegna e cinque incontri con grandi autori di rilievo nazionale e internazionale., anche grazie “all’incontro” con Entula, festival letterario diffuso organizzato dall’Associazione Liberos, che per il secondo anno accompagnerà la nostra rassegna con ben tre incontri.




Si comincia lunedì 19 giugno alle ore 21 in Piazza San Pietro, con Nicola Lecca che presenta il suo ultimo romanzo I colori dopo il bianco, affresco di una Marsiglia travolgente che, con uno sguardo pieno d'amore per la vita, rende eterna l'ostinata ricerca di una ragazza desiderosa di un destino che finalmente le assomigli. 

Il destino non esiste. Non c'è.
È un'invenzione.
Il destino sei tu.
È ciò che vuoi: ciò che desideri.

Nicola Lecca (Cagliari, 1976) è uno scrittore nomade che ha abitato a lungo a Reykjavik, Visby, Barcellona, Venezia, Londra, Vienna e Innsbruck. La sua raccolta di racconti Concerti senza Orchestra (Marsilio 1999) e' stata finalista del premio Strega. All'età di ventisette anni ha ricevuto il premio Hemingway per la letteratura. Tra i suoi romanzi ricordiamo Ritratto Notturno (Marsilio 2000), Ho visto Tutto (Marsilio 2003) Hotel Borg (Mondadori 2006), Ghiacciofuoco (Marsilio 2007, scritto con Laura Pariani) e Il corpo odiato (Mondadori 2009). I suoi saggi filosofici L'amore perduto per l'attesa e Di quasi tutto non ci accorgiamo sono stati pubblicati in olandese dal Nexus Instituut di Tilburg. Le sue opere sono tradotte in quindici Paesi europei.

------------------------------------------------------------

Giovedì 6 luglio alle ore 21 in Piazza San Giovanni primo incontro del Festival itinerante Entula, in collaborazione l'Associazione Liberos. Marcello Fois presenta Del dirsi addio, noir incentrato sui sentimenti e sulla capacità di riconoscerne la voce più autentica, in cui tutti i personaggi sono partecipi di un mistero che sta ben attento a nascondere la propria soluzione fino alle battute conclusive, quando Fois cala finalmente gli assi e rivela ancora una volta la sua grande tempra di narratore universale.

Non tutte le luci fanno chiarezza. 
Nel regno dell'aria questo è un principio assodato: 
non troppo buio che sottrae, non troppa luce che moltiplica.

Marcello Fois (Nuoro 1960) vive e lavora a Bologna. Tra i tanti suoi libri ricordiamo Picta (premio Calvino 1992), Ferro Recente, Meglio morti, Dura madre, Piccole storie nere, Sheol, Memoria del vuoto (premio Super Grinzane Cavour, Volponi e Alassio 2007), Stirpe (premio Città di Vigevano e premio Frontino Montefeltro 2010), Nel tempo di mezzo (finalista al premio Campiello e al premio Strega 2012), L'importanza dei luoghi comuni (2013), Luce perfetta (premio Asti d'Appello 2016), Manuale di lettura creativa (2016), Quasi Grazia (2016) e Del dirsi addio (2017).

------------------------------------------------------------

Giovedì 3 agosto alle ore 21 in Piazza San Giovanni Pierluigi Serra presenta Athanor, pubblicazione che segue i campioni d'incasso in Sardegna Cagliari esoterica e i due volumi di Fantasmi a Cagliari. Ma se i precedenti lavori viaggiano su una cifra stilistica a cavallo fra saggistica e narrativa, Athanor è invece un vero e proprio romanzo in cui le vicende raccontate fondono la ricerca delle tracce del passato e l’immateriale.



Pierluigi Serra, giornalista e scrittore. Ha una forte passione per l’Isola, per la sua storia e le piccole storie raccontate sotto traccia. Detective storico per vocazione, in questa terza indagine sul mistero e sui misteri di Cagliari, città amata d’amore filiale. Ha pubblicato Fantasmi a Cagliari. Il ritorno delle anime (2014), Cagliari esoterica (2015), Fantasmi a Cagliari. Profumo di zolfo (2016), Athanor (2017).

------------------------------------------------------------

Giovedì 7 settembre ore 21 in Piazza San Giovanni, secondo incontro del Festival itinerante Entula, in collaborazione l'Associazione Liberos, con Milena Agus che presenta Terre promesse, romanzo che ci racconta le terre promesse di tre generazioni di una famiglia sarda. L’autrice ci porta dentro ai nostri sogni più segreti, nell’illusione-delusione della vita, con delicata maestria e sortilegio.

Quando il treno si mosse, Ester non si affacciò al finestrino per salutare quelli che erano stati tutta la sua vita fino ad allora, e quando la nave salpò da Porto Torres, non guardò la sua isola scomparire nell'acqua, né vide gli uccelli migratori volare verso la loro terra promessa, in senso contrario, a sud 

Milena Agus è nata a Genova da genitori sardi e vive a Cagliari dove insegna italiano e storia al Liceo. Autrice dei romanzi Mentre dorme il pescecane (2005), Mal di pietre (2006), Ali di babbo (2008), La contessa di ricotta (2009), Sottosopra (2012) tutti editi in Italia da Nottetempo e tradotti in più di venti lingue, Milena Agus ha ricevuto numerosi premi letterari, tra i quali il prestigioso Premio Zerilli-Marimò a New York. Nel 2014, sempre per nottetempo, ha pubblicato con Luciana Castellina, Guardati dalla mia fame.

------------------------------------------------------------

Giovedì 5 ottobre alle ore 20.30 in piazza San Giovanni si terrà l'ultimo appuntamento del Festival Entula ad Assemini e ultimo incontro di questa quinta edizione di Leggo di Notte. A chiudere la rassegna sarà Simonetta Agnello Hornby che presenta il romanzo Caffè amaro. Dai Fasci siciliani all'ascesa del fascismo, dalle leggi razziali alla Seconda guerra mondiale e agli spaventosi bombardamenti che sventrano Palermo, Simonetta Agnello Hornby insegue la sua protagonista, facendo della sua storia e delle sue scelte non convenzionali la storia di un segmento decisivo della Sicilia e dell’Italia.

Bruciava, quella mano, e anche il palmo di lei era rovente. Capirono.

Simonetta Agnello Hornby è nata e cresciuta a Palermo, ha sposato un inglese dopo aver conseguito la laurea in giurisprudenza nel 1967. Da allora ha vissuto all'estero, dapprima negli Usa e in Zambia e poi, dal 1970, a Londra. Nel 1979 ha fondato Hornby and Levy, uno studio legale, Hornby and Levy, il primo studio d’Inghilterra a creare un settore riservato ai casi di violenza all'interno della famiglia.
Simonetta Agnello Hornby ha insegnato diritto dei minori all'Università di Leicester e per otto anni è stata presidente part time dello Special Educational Needs and Disability Tribunal. Dal 2012 collabora con la Global Foundation for the Elimination of Domestic Violence, attiva in Italia attraverso l’affiliata EDV Italy.
Nel 2000 ha iniziato a scrivere romanzi e ha pubblicato con Feltrinelli La Mennulara (2002), La zia marchesa (2004), Boccamurata (2007), Vento scomposto (2009), La monaca (2010), La cucina del buon gusto (con Maria Rosario Lazzati, 2012), Il veleno dell’oleandro (2013) e Caffè amaro (2016); ha pubblicato inoltre Camera oscura (Skira, 2010), Un filo d’olio (Sellerio, 2011) e La pecora di Pasqua (con Chiara Agnello; Slow Food, 2012). Tutti i suoi libri sono stati bestseller, sono stati tradotti in tutto il mondo e hanno vinto numerosi premi. Dal 2008 Simonetta Agnello Hornby, pur continuando a esercitare l’attività di avvocato, si dedica principalmente alla scrittura. 

Per informazioni:
Biblioteca comunale Assemini

Via Cagliari 16
tel. 070 949400
fax 070 949407
biblioteca@comune.assemini.ca.it
cultura@comune.assemini.ca.it

lunedì 12 giugno 2017

Consigli di lettura. Le indagini dell'imbalsamatore (Efisio Marini)

Dopo aver letto questo post di Marcello Polastri Efisio Marini, geniale pietrificatore d'uomini, abbiamo pensato di suggerire la lettura della saga di Giorgio Todde, che ha per protagonista Efisio Marini (1835-1900) medico inventore di una rivoluzionaria tecnica di pietrificazione dei cadaveri, la cui formula segreta è andata perduta con la sua morte. Lo scienziato è l'indagatore della serie di romanzi concepita da Giorgio Todde fra il 2001 e il 2007, che va dal fortunato Lo stato delle anime (2001) a Paura e carne (2003; 2005), proseguendo con L'occhiata letale (2004; 2006), E quale amor non cambia (2005; 2007), L'estremo delle cose (2007; 2009). Nel 2011 il Maestrale ha pubblicato un volume dal titolo Le indagini dell'imbalsamatore, che raccoglie i cinque romanzi che compongono l'intera serie finora pubblicata. 

Il libro. In una Sardegna ottocentesca, fra i quartieri di Cagliari sul mare e i paesi del centro montuoso dell'Isola, si muove lo spirito inquieto di Efisio, pervaso da un razionalismo e nutrito da inusuali conoscenze scientifiche che servono a smascherare i responsabili di delitti brutali e sofisticati allo stesso tempo. L'indagine si fa discesa nelle vie più buie della follia omicida, strumento, per Todde, per un'esplorazione della psiche e dell'animo umano, attraverso la brama di comprensione che anima i pensieri e le azioni di Efisio.


Lo trovi:


I romanzi della serie nel Sistema Bibliotecario Bibliomedia: